A Edimburgo sulle tracce di Harry Potter

Chi è appassionato della saga di Harry Potter da tanto tempo saprà che l’idea è venuta a J.K.Rowling mentre si trovava su un treno da Manchester a Londra. I romanzi sono però stati scritti nella città di Edimburgo, dove la Rowling si era trasferita con la figlia piccola. È naturale quindi che molti dei posti che troviamo nei libri e successivamente nei film siano stati ispirati da luoghi realmente esistenti nella cittadina scozzese. Andiamo quindi a scoprire quali sono!

Edimburgo di per sé è una città molto caratteristica, ti conquista all’istante con il suo fascino e girando per le sue vie non è difficile immaginare di trovarsi in un altro mondo.

victoria street

diagon alley

Quale posto migliore per iniziare il vostro tour quindi se non Victoria Street, da noi tutti conosciuta come Diagon Alley? Mentre passeggerete per questa via, circondati da edifici colorati, vi sembrerà proprio di essere come Harry, Ron e Hermione prima dell’inizio della scuola, alla ricerca di libri, bacchette e calderoni.

harry potter wizard shop

basilisco

tiri vispi weasley

Oltre ai negozi dedicati proprio ai fan della saga, alla fine della via scorgerete anche una vetrina particolare, che vi farà sorridere e pensare a Fred e George e ai loro Tiri Vispi Weasley.

elephant house

Non lontano da Victoria Street troviamo forse uno dei posti più importanti, The Elephant House. Nonostante all’apparenza non sia altro che un semplice caffè, è proprio qui che J.K.Rowling scrisse molti dei capitoli di Harry Potter e la Pietra Filosofale. Trovarvi davanti al luogo dove tutto ebbe inizio vi farà provare un brivido di nostalgia. Se avrete occasione di entrare nei bagni del locale state tranquilli, non troverete Mirtilla Malcontenta ad accogliervi, ma centinaia di scritte e pensieri lasciati come omaggio alla scrittrice.

Affacciandovi alla finestra della sala sul retro scorgerete alcuni degli altri luoghi fonti di ispirazione per la nostra stimata Joanne, tra cui il Castello e Greyfrias Kirkyard.

greyfrias kirkyard

Ed è proprio questa la nostra prossima meta. Alcuni dei momenti più importanti nella storia di Harry Potter si svolgono proprio in un cimitero. Tutti ricordano benissimo il momento in cui, alla fine del Calice di Fuoco, Harry afferra insieme a Cedric la coppa-passaporta ed entrambi vengono trasportati in luogo tetro, lontani dai confini sicuri di Hogwarts.

thomas riddel

tom riddle

Aggirandovi all’interno di questo cimitero noterete alcune tombe dai nomi familiari, tra cui una che catturerà sicuramente la vostra attenzione; quella di un certo Thomas Riddel, che nella storia di Harry Potter diventerà Tom Riddle, il vero nome di Lord Voldemort e del padre babbano.

george heriot's school

Da uno dei cancelli del Greyfrias Kirkyard è possibile ammirare la George Heriot’s School, la quale avrebbe ispirato, insieme al Castello di Edimburgo, la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Questa prestigiosa scuola privata infatti presenta una divisione in quattro case: Lauriston, Greyfrias, Raeburn e Castle.

the balmoral hotel

Siamo ormai verso la fine del nostro tour, quindi dopo aver visto dove tutto è iniziato e ha preso forma, non ci resta che andare nel luogo dove invece la nostra storia finisce. Fu proprio nella suite 552 del The Balmoral Hotel che la Rowling scrisse i capitoli finali di Harry Potter e i Doni della Morte. L’elegante hotel è di certo un segno di come la vita della scrittrice sia cambiata grazie alla storia frutto della sua immaginazione.

E se per noi lettori il cambiamento non è stato altrettanto tangibile e materiale, è sicuramente qualcosa che custodiamo dentro di noi come un tesoro. Una storia che è diventata molto di più di un semplice libro per ragazzi, e che porteremo nel cuore insieme al ricordo dei bambini che siamo stati, in perenne attesa della nostra lettera per Hogwarts.

edinburgh award

city chambers

Se avete tempo, nella corte del Edinburgh City Chamber lungo il Royal Mile, troverete il calco dorato delle mani di J.K.Rowling, la quale vinse l’Edinburgh Award nel 2008.

Spero che questo tour virtuale vi sia piaciuto, non smettete mai di credere nella magia.

 

2 thoughts on “A Edimburgo sulle tracce di Harry Potter”

  1. Un vero e proprio itinerario a tema Harry Potter! Non avevo mai pensato di visitare una città in questo modo ma devo dire che mi è piaciuto moltissimo. E poi anche io sono abbastanza fan di Harry Potter, dico abbastanza perché ho visto solo i film e non ho letto i libri. Ma l’idea mi piace davvero tanto!

    1. Grazie mille! Io sono cresciuta con i libri di Harry Potter e ogni volta che usciva un nuovo film al cinema era sempre un’emozione. Edimburgo di per sè è una città splendida, girarla per vedere i luoghi che hanno ispirato la nascita della mia saga preferita ha reso il tutto ancora più magico 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *