Australia, una terra da amare

Seduta su una spiaggia della costa pacifica australiana mi guardo attorno e ripenso a tutti gli eventi che mi hanno portata ad essere qui. Ricordo un pomeriggio di molti anni fa, avevo all’incirca nove anni, quando assieme ai miei genitori andammo a salutare la cugina di mia madre che si stava per trasferire in Australia. Rimasi colpita dal fatto che ci volessero 24 ore di viaggio per arrivare fin laggiù. Io che non ero mai salita su un aereo, cercavo di immaginare i modi più svariati per passare il tempo durante un’intera giornata in volo. Una delle cose più assurde però fu senz’altro ricevere foto e lettere dove raccontavano di aver passato il giorno di Natale sulla spiaggia. Ma come, Natale senza la neve? Fin da piccoli siamo abituati ad associare il periodo natalizio all’inverno, alle fredde giornate di dicembre, alla cioccolata calda sorseggiata guardando fuori dalla finestra con la speranza di veder apparire qualche fiocco di neve per poter correre in giardino a costruire un pupazzo. E invece, per la prima volta, mi scontrai con l’idea che da qualche parte nel mondo esistesse qualcuno per cui il Natale non significava giocare a lanciarsi palle di neve, ma bensì barbecue sulla spiaggia e bagni nell’oceano. Quello stesso oceano che ora sta qui di fronte a me. Osservo i gabbiani sul bagnasciuga, la posa fiera con cui avanzano verso le onde per poi spiccare il volo. Fin da piccola sono sempre stata affascinata dal mondo marino, non a caso il mio cartone preferito era La Sirenetta. Non avrei mai pensato che un giorno avrei avuto la fortuna di vivere a pochi passi dall’oceano. L’Australia non era nemmeno il mio sogno.”

Rileggo queste parole, ormai lontana chilometri e chilometri dal continente australiano, e mi faccio assalire dal ricordo di quanto questa terra mi abbia profondamente colpita.

Nell’immaginario collettivo l’Australia è quel paese quasi irraggiungibile, dove le stagioni sono al contrario e i canguri saltellano per la strada. Uno dei punti del pianeta più lontani dalla nostra Italia. A me ha sempre affascinato tanto, forse per via di quei ricordi d’infanzia. Per molti anni in camera avevo appeso il poster di un koala. Lo guardavo e speravo che prima o poi avrei avuto la fortuna di essere lì, in quello strano posto distante migliaia di chilometri da casa. E alla fine proprio l’Australia è diventata la mia casa per un anno.

australian beach

Ho vissuto sulla Gold Coast e poi nella movimentata Sydney, ho visitato Melbourne e Perth, passeggiato nella foresta tropicale vicino Cairns, ammirato uno dei panorami più belli di sempre a Hill Inlet nelle isole Whitsundays, fatto snorkeling nella barriera corallina, inseguito il sole nel caldo deserto centrale e infine ho osservato l’ultimo tramonto calare su Darwin.

hill inlet whitsundayssunset darwin australia

L’Australia ti cattura. Con le sue spiagge che sembrano distendersi all’infinito, il sole, le risate delle persone, i barbecue della domenica e gli animali mai visti prima. Il contrasto tra la vivacità delle sue città, la natura incontaminata e rigogliosa, e l’arida secchezza dell’entroterra con i vasti spazi desertici. Un paese che non si riesce bene a definire. Con il suo mix di sapori asiatici ed europei, e un richiamo sempre presente all’America. In realtà l’Australia ha un’anima propria. Ve ne accorgerete subito e sarà proprio questo che ve ne farà innamorare. Riuscirete a riconoscere in lei alcuni familiari tratti che vi faranno sentire a casa, ed altri che invece fino ad allora avete solo sognato. Vedrete per la prima volta i koala dormire arrampicati sugli alberi di eucalipto. Camminerete sul bagnasciuga, gli occhi rivolti all’oceano, la mente libera, dentro di voi solo una sensazione di pace. Faticherete accaldati tra le rocce del Red Centre con la sabbia rossa che vi sporca le scarpe. Vi siederete esausti ma soddisfatti ad ammirare il cielo tingersi di arancio e il sole lentamente scendere su questa terra meravigliosa e indimenticabile.

ayers rock australia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *